Macro-notize sul microchip

Datamars è un’azienda ticinese leader a livello mondiale, che da oltre 30 anni si occupa di produrre microchip RF-ID per gli animali.

Questi strumenti d’identificazione elettronica rappresentano un mercato in enorme crescita. Sempre più paesi, infatti, introducono l’obbligo di dotare cani e altre specie di microchip.

Il minuscolo elemento che permette il riconoscimento elettronico degli animali si chiama “transponder”. La sua tecnologia si basa sostanzialmente sulla vecchia radio-frequenza, già utilizzata dagli aerei di combattimento durante la Seconda guerra mondiale per distinguere gli amici dai nemici. La successiva miniaturizzazione ne ha poi reso possibile l’inserimento sotto la pelle degli animali.

I primi microchip fornivano soltanto un ID, che associato alla nazione di provenienza dell’animale e facendo capo a più banchedati, si risaliva ai dati del proprietario. Cryms ha lavorato al fianco dell’azienda per far sì che, attraverso un App Android che si interfaccia ad un dispositivo Datamars, permetta la gestione di una buona parte di questi dati direttamente sulla memoria di una nuova generazione di microchip, in modo che fosse possibile, per i veterinari, autorità, associazioni protezioni animali, ecc., ottenere più velocemente le informazioni necessarie: numero di telefono, passaporto, vaccinazioni, nome e indirizzo del proprietario.

I commenti sono chiusi