A Lugano la più importante riunione mondiale sui linfomi maligni

Dal 18 al 22 giugno, Lugano ospita il più importante congresso mondiale sui linfomi maligni, che conta oltre 4’000 i partecipanti provenienti da tutti e cinque i continenti. Oncologi, ricercatori, rappresentanti di case farmaceutiche: la conferenza prevede una serie di workshop grazie ai quali, nel corso degli ultimi 20 anni, sono nati alcuni dei progressi più importanti registrati nel settore.

Il successo è tale per cui nelle ultime edizioni è stata raggiunta la capienza massima per le strutture della città di Lugano: in questi giorni risulta infatti impossibile trovare una camera d’albergo libera nella regione ed anche il Palazzo dei Congressi è diventato stretto. Ecco perché il congresso si svolge in 6 diversi luoghi d’incontro, con sessioni che vengono teletrasmesse in simultanea e distintamente.

Anche Cryms è stata coinvolta in questo grande evento con una piattaforma informativa destinata ai partecipanti all’evento. Le 160 presentazioni dei relatori vengono messe a disposizione 24h dopo essere state presentate. Il tutto viene svolto garantendo la massima sicurezza e protezione dei dati: solo chi ha partecipato al congresso può accedere ai contenuti e le presentazioni non sono scaricabili liberamente ma possono essere consultate solo attraverso la piattaforma.

Per l’occasione, inoltre, è stata sviluppata l’App 15-ICML, che racchiude informazioni consultabili da partecipanti e curiosi, tra cui programma, relatori, location e mappe delle sedi dove avvengono le presentazioni. Data la natura internazionale degli utenti e considerando che il roaming è ancora un problema per molti, l’App mette a disposizione contenuti sia offline che online.

Nonostante l’impegno di questi giorni, il pensiero di Cryms e degli organizzatori è già proiettato verso il futuro. La sfida per il 2021 è tanto ardua quanto stimolante: aumentare il numero di partecipanti in rete senza tuttavia disincentivare l’affluenza dei partecipanti a Lugano. Gia sin d’ora si stanno studiando le strategie per permettere questo salto di generazione.

Il processo di digitalizzazione è iniziato già nella corrente edizione: al termine della settimana di conferenze, i partecipanti potranno compilare un questionario sulla piattaforma per dare un feedback sulle presentazioni ed ottenere il certificato di presenza. Tra le altre novità, sono stati messi a disposizione degli scanner destinati ai partner dell’evento per facilitare la raccolta dati dei partecipanti agli stand presenti all’evento: grazie alla scansione del badge tramite QRcode, è possibile ottenere molto più comodamente i dati dei propri contatti.

L’evento è molto grande e il lavoro è tanto. Cryms, nel suo piccolo, sta cercando di apportare tutta una serie di cambiamenti innovativi con l’obiettivo di snellire ed automatizzare i processi organizzativi di un evento che cresce di edizione in edizione.

Lascia un commento